Donne, Pace e Sicurezza

Il CSDC, fin dall’adozione della Risoluzione del Consiglio di Sicurezza ONU 1325(2000) – fondamento dell’Agenda internazionale Donne, Pace e Sicurezza -, sostiene lo sviluppo e l’implementazione di politiche volte alla promozione del ruolo della donna nella costruzione della Pace, attraverso iniziative dedicate e a un’intensa attività di advocacy, sostanziata da ricerche e pubblicazioni e sviluppata attraverso la promozione e partecipazione a reti nazionali e internazionali impegnate sul tema.

A livello nazionale, il CSDC ha promosso la creazione della Rete Genere, Interventi e Processi di Pace, con lo scopo di promuovere il ruolo della società civile nella prevenzione e trasformazione dei conflitti con un’ottica di genere nella redazione del “Terzo Piano d’Azione Nazionale dell’Italia 2016-19 in attuazione della Risoluzione del Consiglio di Sicurezza ONU 1325(2000)”. Grazie alle istanze promosse attraverso la Rete, il testo adottato nel dicembre 2016 riconosce il valore e sostiene lo sviluppo del ruolo delle CSO italiane nelle politiche in materia, dando luogo allo sviluppo di importanti progetti (vedasi sezione dedicata).

IL CSDC partecipa anche alla Piattaforma italiana CEDAW: lavori in corsa, che riunisce oltre 26 organizzazioni ed esperte attive sul territorio nazionale, svolgendo un ruolo cruciale nell’azione di monitoraggio, analisi e advocacy per l’attuazione della Convenzione CEDAW da parte del Governo italiano. IL CSDC partecipa alla redazione dei “Rapporti Ombra” prodotti dalla piattaforma, in particolare sulle sezioni riguardanti l’art. 8 della Convenzione.

A livello internazionale, il CSDC partecipa a gruppi di lavoro di reti internazionali.

II CSDC è stato in passato membro di diversi gruppi di lavoro di EPLO (European Peacebuiding Liaison Office) e del suo stesso board, attraverso il network ENCPS (European Network for Civil Peace Service).  Oggi il CSDC partecipa alle attività del gruppo di lavoro Gender Peace and Security di EPLO grazie alla presenza nella rete europea dell’associazione Un Ponte Per con cui il CSDC collabora. Il CSDC ha contribuito al monitoraggio dell’implementazione, in Italia, delle politiche internazionali su Donne Pace e Sicurezza, partecipando alla redazione di rapporti specifici prodotti da EPLO  (vedasi “UNSCR 1325 in Europe. 20 case studies of implementation 2010, 2013, 2016)

Oggi, il CSDC partecipa al gruppo di lavoro Women and Gender Realities in the OSCE Region, collegato alla Civic Solidarity Platform, un network di oltre 50 organizzazioni della società civile che dialogano con l’OSCE.